L’alimentazione macrobiotica

Il concetto chiave dell’alimentazione macrobiotica è questo: esiste un cibo per l’essere umano, un modello alimentare specifico per la nostra specie. Questo cibo non può essere  quello che ci propone e fornisce l’industria alimentare moderna, ma è quello sano, naturale e biologico che racchiude in sé la vita e obbedisce alle leggi della Natura e all’ordine dell’Universo.
Quando l’uomo si discosta troppo o per troppo tempo dal modello alimentare naturale inevitabilmente crea problemi per la propria salute. E per quella del pianeta.
Per evitare tutto ciò la Macrobiotica invita a conoscere e ad osservare i principi della polarità YIN e YANG.
 

AD OGNUNO IL SUO
Nell’alimentazione macrobiotica, il giusto dosaggio delle varie componenti (vitamine , oligoelementi, acidi grassi insaturi, etc) viene stabilito in base alla costituzione fisica, alle condizioni geografiche e climatiche, al tipo di attività svolta, all’equilibrio tra YIN e YANG. E’ possibile così  agire direttamente sulla propria salute, assicurandosi la prevenzione da malattie gravi degenerative (cancro, AIDS, etc).

GLI INGREDIENTI
L’alimentazione macrobiotica è basata prevalentemente su cereali, leguminose, alghe.
Tra i cereali vengono preferiti quelli non raffinati, come frumento, mais, grano saraceno, riso, orzo, avena, miglio, segale.
Tra i legumi lenticchie, ceci, soia, azuki.  

Le alghe vengono molto utilizzate in quanto ricche di vitamine e sali minerali, e ce ne sono di diversi tipi,
sapori e colori. Come condimenti vengono utilizzati salsa di soia, tahin, semi oleosi di sesamo, sale marino integrale, olio extra vergine di oliva.

Gli ingredienti vanno lavati sempre in acqua fredda poco prima di essere cucinati, affinché non perdano le loro proprietà. I legumi vanno immersi in un recipiente pieno d’acqua, che va cambiata finche non vengono espulse tutte le impurità. Le altre verdure vanno lavate in acqua corrente, e se è il caso sfregate con uno spazzolino di setole naturali. Per cucinare si usa spesso la pentola a pressione, ma anche altre pentole tradizionali.
Viene prestata molta attenzione ai materiali utilizzati: vengono evitati tegami in alluminio o antiaderenti perché ritenuti colpevoli di alterare o contaminare le virtù dei cibi; per lo stesso motivo mestoli e posate devono essere in legno, e durante la pulizia vanno limitati, se non eliminati, i detersivi.


(immagini tratte da “ABC della Macrobiotica – Guida e ricette” edito da  La Finestra sul Cielo)

inizio pagina
 
 

logo federazione italiana shiatsu fedrazione nazionale scuole shiatsu scuola shiatsu del chicco integrale